Bollettino n. 12 del 1 giugno 2022

Difesa integrata
Mercoledì, Giugno 1, 2022

Bollettino Fitosanitario n. 12

01  giugno  2022

 

AVVISO  IMPORTANTE SCADENZE ABILITAZIONI  ALL’ACQUISTO PRODOTTI  FITOSANITARI

Il Dipartimento Sanità – Servizio Sanità Veterinaria e Sicurezza degli Alimenti della Regione Abruzzo ha ribadito le seguenti date di scadenza dei cosiddetti “patentini” per l’acquisto dei prodotti fitosanitari

  • Patentini scaduti dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020: proroga validità 29 giugno 2022
  • Patentini scaduti dal 1° gennaio al 31 marzo 2021: proroga validità 29 giugno 2022
  • Patentini scaduti dal 1° aprile al 31 dicembre 2021: proroga validità 12 mesi dalla naturale scadenza
  • Patentini scaduti dal 1° gennaio 2022: nessuna proroga      

 

AGROMETEOROLOGIA

PREVISIONI METEO 

AGROFENOLOGIA E MONITORAGGIO

VITE

Dal punto di vista fenologico le varietà precoci si trovano in fase di fine fioritura  mentre per le tradizionali si va da inizio a piena fioritura in riferimento alle esposizioni.  Nessun problema  fitopatologico degno di nota.  

Le delicate fasi fenologiche, a cavallo della fioritura e il veloce accrescimento della coltura rendono quanto mai importante proseguire la difesa preventiva nei confronti di peronospora e oidio. La scelta dei principi attivi da utilizzare deve essere effettuata in funzione della fase fenologica del vigneto.

Peronospora  (Plasmopara viticola): sulle varietà precoci che si trovano in fase di fine fioritura, (quando sono caduti almeno l’80% dei residui fiorali) si consiglia di effettuare un intervento  con  fenilammidi (metalaxil-m) o oxathiopipronil, avendo cura di utilizzare questi principi attivi sempre in miscela con uno di  copertura.  Sui vitigni precoci che, nel periodo di validità del presente bollettino si trovano già con acini completamente formati e senza residui fiorali è possibile effettuare un primo intervento con principi attivi caratterizzati da affinità per le cere epicuticolari e che, quindi, sono in grado di assicurare un elevato controllo del grappolo quali ametocradina, ciazofamide, amisulbron, zoxamide ecc. in miscela con sostanze attive di copertura.

Nei vigneti tradizionali, ancora in fase pre-fiorale si consiglia di effettuare il primo intervento con metalaxil-m o oxathipipronil in miscela con un principio attivo di copetura.  In tutti i casi può ritenersi utile un ulteriore intervento con  fosfonati (fosetil-al, fosfonato di potassio, fosfonato di di- sodio).

Oidio (Erysiphe necator): le condizioni meteorologiche continuano  a far  ritenere molto elevato il rischio per infezioni di oidio,  per cui sui vitigni precoci  sui quali anche per questa avversità la priorità è quella di difendere essenzialmente gli acini, si consiglia di associare all’antiperonosporico, un formulato che presenti le stesse caratteristiche di affinità per le cere quali  cyflufenamid, metrafenone, pyriofenone, propiquanid ecc. possibilmente in associazione a zolfo. Nelle zone a basso rischio e unicamente in assenza di infezioni in atto possono essere utilizzate le strobilurine, azoxistrobin, trifloxistrobin, pyraclostrobin, in associazione a un p.a. dotato di diverso meccanismo di azione.

Sui vitigni tradizionali, nei confronti di questa avversità, si consiglia di effettuare un  ultimo intervento con formulati triazolici  (penconazolo, tetraconazolo, miclobutanil, tebuconazolo, difenoconazolo, fenbuconazolo ecc)  anch’essi in associazione a zolfo, tenendo presente che i Disciplinari di produzione integrata DPI della Regione Abruzzo prevedono che miclobutanil, propiconazolo, tebuconazolo e difenoconazolo possono essere utilizzati al massimo per un intervento anno , in alternativa tra loro, in quanto inseriti nella lista dei candidati alla sostituzione CS.    

Nei confronti di questa avversità per i vigneti condotti con il metodo biologico possono essere utilizzati zolfo, bicarbonato di potassio, Ampelomices quisqualis, Bacillus pumilis, Bacillus amyloliquafaciens, olio essenziale di arancio dolce, laminarina,  cervisane e COS-OGA ecc. 

Muffa grigia (Botrytis cinerea): le ultime acquisizioni scientifiche sul patogeno hanno evidenziato che i trattamenti effettuati in fioritura risultano strategici sia in termini di efficacia che per la maggiore flessibilità nella scelta dei successivi interventi, rispetto a quello di pre-chiusura grappolo che viene usualmente effettuato.  E’ stato dimostrato, infatti che il patogeno durante la fioritura può colonizzare i residui fiorali (fiori abortiti, caliptre, stami ecc.) e trattenuti in forma latente all’interno dei grappoli.   Premesso che sui vitigni precoci questa patologia non costituisce quasi mai un problema e, quindi, su di essi non sono richiesti  interventi specifici, esclusivamente sui vitigni tradizionali situati nelle aree in cui usualmente si riscontrano danni da questa pericolosa fitopatia, a fine fioritura, (a circa l’80% di caduta dei residui fiorali allo scopo di devitalizzare  eventuali conidi presenti)  può essere opportuno impiegare prodotti antiperonosporici che manifestano un contemporaneo  contenimento della muffa grigia, quali folpet, dithianon, fluazinam, zoxamide, o in caso di coltivazioni biologiche prodotti specifici quali Bacillus subtilis Ceppo QST 713, Bacillus amyloliquefaciens, Pythium oligandrum ceppo M1 o Miscela di eugenolo-geraniolo-timolo.    

Nessun intervento nei confronti di tignoletta, Lobesia botrana  e di tignola rigata, Cryptoblabes gnidiella.

OLIVO

Tutte le varietà si trovano tra la  piena e fioritura e la  sfioritura in relazione alla varietà e alla esposizione. Per il periodo di validità del presente bollettino non si prevedono interventi fitosanitari. Tuttavia  si consiglia di verificare la presenza dei tipici fili della tignola, Prays oleae,  sericei determinati dall’attività delle larve della generazione antofaga del lepidottero. In casi di infestazioni consistenti, esclusivamente negli oliveti biologici (i disciplinari di produzione integrata non consentono interventi sulla generazione antofaga) può essere utile effettuare un intervento con Bacillus thuringiensis,  che, solo in questa fase, può essere ingerito dalle larve. Infatti l’utilizzo di questo prodotto biologico nei confronti della successiva generazione carpofaga non ne garantisce il controllo.

DRUPACEE

Per  le varietà precocissime di pesche e nettarine  ci si approssima alla raccolta mentre per le altre  continua l’accrescimento dei frutti.  Riguardo alle segnalazioni di reinfestazioni di afide verde, Myzus persicae   si consiglia di evitare ulteriori interventi nella consapevolezza che essendo specie dioiche, ossia che compiono parte del loro ciclo su piante erbacee, in genere nel corso del mese di giugno tendono ad abbandonare  naturalmente le piante attaccate.

Ancora presenti le infezioni di oidio, Sphaeroteca  pannosa   favorite dal clima caldo umido per cui,  fino alla fase fenologica di frutto noce, quindi esclusivamente sulle varietà più tardive che non hanno ancora raggiunto questa fase, si consiglia di continuare la difesa con l’utilizzo di formulati triazolici (difenoconazolo, fenbuconazolo, tebuconazolo ecc.) o gli SDHI (Inibitori della succinato deidrogenasi (fluxapiroxad, flupyram, boscalid e penthiopirad).

Riguardo ai lepidotteri tortricidi Cydia molesta e Anarsia lineatella,  nel periodo di validità del presente bollettino non si prevedono interventi specifici. 

Nessuna presenza  di tripidi, Thrips major, per cui  non si prevedono trattamenti specifici nei confronti di questa avversità. 

Riguardo alla monilia, Monilia laxa, al momento  non si sono evidenziate infezioni e, poiché nel periodo di validità del presente bollettino non sono previste precipitazioni, non si consigliano interventi.

Su ciliegio è molto importante il controllo della mosca, Rhagoletis cerasi, e del  moscerino   Drosophila suzuki,.   In relazione all’epoca di raccolta e alla necessità del rispetto dei tempi di  carenza  è necessario  individuare strategie che possano essere utili per il controllo di entrambi e parassiti con l’utilizzo di  acetamiprid che mostra attività nei confronti di entrambi gli insetti o  deltametrina   o spinetoram che presentano rispettivamente un periodo di carenza di 7 e 3 giorni.     

In colture biologiche, unicamente nei confronti di Ragholetis cerasi,  è possibile l’utilizzo di spinosad in formulazione spintor-fly (con caratteristiche adulticida) con la possibilità di effettuare 5 interventi per anno o lambdacialotrina in pannelli come “attract and kill”.  

Ancora nessuna presenza  della cimice asiatica, Halyomorfa halis.

ORTIVE

In pieno campo  le solanacee (pomodoro, melanzana e peperone)   e cucurbitacee  maggiormente coltivate sono in fase di attivo  accrescimento. Al momento non si registrano problemi fitosanitari.

Soprattutto su pomodoro è molto elevato  il rischio per infezioni di  alternaria, Alternaria spp. fitopatia che può colpire le piante in qualsiasi stadio di sviluppo, anche le giovani piantine e che si manifesta, inizialmente sulle foglie basali più vecchie con macchie rotondeggianti concentriche di colore scuro che, con il progredire delle infezioni, disseccano. Si consiglia di intervenire, in maniera preventiva,  con formulati specifici quali fluxapiroxad + difenoconazolo, isopyrazam   pyraclostrobina, azoxistrobin.

Su cucurbitacee, in particolare su zucchino e melone è necessario intervenire, in maniera preventiva,  nei confronti dell’oidio con l’utilizzo di formulati triazolici (fenbuconazolo, difenocolazolo, penconazolo, miclobutanil, tetraconazolo ecc.) ciflufenamid, fluxapiroxad, isopyrazam.

Nelle coltivazioni biologiche possono essere  utilizzati Bacillus pumilis, Olio essenziale di arancio dolce, cerevisane ecc.             

 

COLTURE ORTIVE DEL FUCINO

Con il mese di maggio si sono avviate la maggior parte delle attività agricole del comprensorio fucense, per lo più caratterizzate da coltivazioni di orticole. Purtroppo le scarse nevicate e piogge invernali, sono un campanello di allarme molto preoccupante per la disponibilità della risorsa idrica nei mesi estivi. Per tale motivo, quest’anno, già dal mese di maggio, è stato firmato un protocollo d’intesa per la gestione della siccità nel Fucino anno 2022 tra il prefetto dell’Aquila, il Consorzio di Bonifica Ovest Bacino Liri-Garigliano, le organizzazioni professionali agricole ed i sindaci dei comuni fucensi. Con tale iniziativa, in vigore fino al 22 agosto, i sindaci si impegnano con ordinanza univoca e congiunta a sospendere l’irrigazione nei terreni comunali di loro competenza ogni domenica dalle ore 00.00 alle ore 24.00 nel periodo 1 maggio-31 maggio, e dal sabato ore 12.00 al lunedì ore 05.00 nel periodo 1 giugno-22 agosto.

La settimana meteorologica è stata caratterizzata, nella prima parte da temperature già alte con scarse precipitazioni, nella seconda metà si è innescata una condizione di spiccata variabilità con forti temporali pomeridiani a macchia di leopardo.

CAROTA: Sviluppo fogliare sui 15-20 cm. Al momento non si evidenziano patologie; abbondante sviluppo di malerbe che necessitano di un intervenire con diserbo in post emergenza, con Pendimetalin e Metribuzin contro le dicotiledoni e Propaquizafop, Ciclossidim, Quizalofop-P-etile, Quizalofop-P-etile isomero D, Clethodim contro le graminacee. Nel caso di infestazioni minori l’operazione agronomica da fare è la sarchiatura che, oltre a ripulire, arieggia il terreno.

SPINACI: Per le varietà da industria e da consumo lo sviluppo fogliare è in stato avanzato e ci si prepara alla raccolta.

PATATA: Veloce fase di sviluppo fogliare quasi a coprire la fila. Possibilità ancora di interventi meccanici di sarchiatura e rincalzatura per arieggiare il terreno, azione di diserbo e rottura di incrostamenti dovuti a precipitazioni temporalesche improvvise. Conservare il passaporto fitosanitario apposto sui sacchi, tale documento permette la completa rintracciabilità del prodotto.

PISELLO DA INDUSTRIA: Fase di inizio fioritura; monitorare la grande massa vegetativa soprattutto per l’alta concentrazione di umidità al di sotto di essa. Fare attenzione ad eventuali attacchi di afidi (Acythosiphon pisum e Aphis fabae), nel caso intervenire in presenza di colonie in accrescimento scegliendo tra i seguenti prodotti e tenendo conto delle limitazioni d’uso indicate nel D.P.I. regionale: Deltametrina, Cipermetrina, Spirotetramat, Fluvalinate, Lambda-cialotrina, Acetamiprid, Maltodestrine, Piretrine pure.

INSALATE ED ALTRE ORTIVE: Dopo la scopertura dei teli di tessuto non tessuto, è iniziato il ciclo vegetativo.  Effettuare un trattamento di copertura con composti rameici, soprattutto nei casi di ristagni di acqua, con prodotti ammessi dal DPI regionale attenendosi al numero di interventi ammessi. Si rammenta di utilizzare piantine da trapianto certificate acquistate da vivaisti iscritti nel RUOP (Registro Ufficiale degli Operatori Professionali) che sono soggetti ai controlli fitosanitari da parte del Servizio Regionale.

 

AGGIORNAMENTI  NORMATIVI

  • Con Decreto del Ministero della Salute  del 23.12.2021  il formulato commerciale Sivanto Prime contenente la s.a. flupyradifurone ha ottenuto le seguenti estensioni di impiego: patata afidi e dorifora, olivo da olio e da mensa: mosca dell’olivo, sputacchina (Philaenus spumarius), cocciniglia, piselli con e senza baccello (consumo fresco) e da granella: afidi, , cavoli a infiorescenza: afidi e aleurodidi. Estensioni di nuove avversità su colture già presenti in etichetta: vite da vino e da tavola: afidi, fillossera, cocciniglie, pero: tentredine
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 21.12.2021 è stata rinnovata, ai sensi dell’art. 43 del Reg. 1107/09,  l’autorizzazione al commercio del formulato commerciale Roundup Ultramax contenente la sostanza attiva Gliphosate. La nuova etichetta presenta sostanziali modifiche rispetto alla precedente. In particolare riduzione di dose massima: la singola applicazione non deve superare la dose di 2,28 kg. di sostanza attiva per ettaro , equivalente a 3,16 kg di prodotto commerciale per ettaro. Di conseguenza si evidenziano le dosi massime che nelle etichette sono legate alla tipologia delle erbe infestanti ovverosia: infestanti annuali entro i 20 cm. di sviluppo 0,5-2 Kg/ha; infestanti biennali 2-3,16 kg./ha. Il predetto Decreto, peraltro, non consente più l’utilizzo del prodotto per la devitalizzazione delle more di rovo.
  • Con  Decreto del Ministero della Salute del 23.12.2021 è stata autorizzata la modifica di etichetta del formulato commerciale Beloukha contenente la sostanza attiva acido pelargonico con l’estensione dei seguenti impieghi: diserbo vivai di vite, colture arboree-fruttifere, disseccamento polloni (arancio, limone, pompelmo, mandarino, clementino, limetta, olivo, melo, pero, cotogno, nespole, nashi, susino, nocciolo, actinidia, lampone, mora e mora da siepe, melograno), trattamento dei germogli ascellari del tabacco, diserbo interfila delle colture orticole, diserbo letti di semina, trattamento per la distruzione delle colture intercalari e del maggese.
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 14.12.2021   è stato esteso l’impiego del  formulato commerciale Scala contenente la s.a. pyrimethanil per il controllo di Monilia fructigena, Botrytis cinerea, Alternaria spp. e Neofabrea=Gloeosporium spp. sulle colture di melo e pero.
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 10.01.2022 è stato esteso l’impiego del formulato commerciale Dagonis contenente la s.a. Fluxapiroxad e difenoconazolo per il controllo della cercospora spp. del radicchio.
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 10.01.2022 è stato esteso l’impiego del formulato commerciale Serifel contenente la sostanza attiva Bacillus amyloliquefaciens ceppo MBI600 per il controllo di Alternaria su solanacee (pomodoro, peperone e melanzana) in pieno campo e oidio e marciume acido su vite  
  • Con Decreto Ministeriale del 10 dicembre 2021 il formulato commerciale Vacciplant contenete la sostanza attiva laminarina   45 g/L ha ottenuto l’estensione di impiego sulla vite per il controllo dell’oidio e lattughe e baby leaf per il controllo della peronospora
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 13 gennaio 2022 il formulato commerciale Plantivax contenente la sostanza attiva laminarina ha ottenuto la registrazione per l’utilizzo sulle colture di frumento, orzo, triticale, avena, segale, sorgo nei confronti di oidio, Blumeria graminis, septoria Zymoseptoria tritici, Elmintosporiosi, Helmintosporium spp.
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 13 gennaio 2022 il formulato commerciale Tomigan contenete la sostanza attiva fluroxipir ha ottenuto l’autorizzazione per il controllo delle infestanti dicotiledoni sulle seguenti colture: frumento tenero e duro, segale, triticale, orzo e avena, mais, cipolla, pomacee, drupacee, agrumi, olivo da olio e da tavola, prati pascoli e aree non coltivate
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 29 gennaio 2022 il formulato commerciale Flipper contenete Sali potassici di acidi grassi ha ottenuto l’estensione di impiego sulle seguenti colture: ortaggi a bulbo  (afidi, acari, aleurodidi e tripidi), legumi freschi e secchi (afidi, acari, aleurodidi e tripidi), carota, sedano rapa, asparago, finocchio (  afidi, acari, aleurodidi e tripidi), cavoli a infiorescenza, cavoli a testa, cavoli e altre brassicacee da radice (  afidi, acari, aleurodidi e tripidi) , piccoli frutti (afidi, acari, aleurodidi e tripidi) ornamentali e floreali (cocciniglie), pomacee e drupacee (cimice asiatica), frutta a guscio   ( afidi, acari, aleurodidi,  tripidi e cocciniglie) olivo (eriofidi, sputacchina cocciniglie)    
  • Con Comunicato del 10 gennaio il Ministero della Salute ha informato che dal 19 marzo 2022 sono revocate tutte le autorizzazioni all’immissione al commercio dei prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva Indoxacarb. La vendita da parte dei distributori è consentita fino al 30 giugno mentre l’impiego  da parte degli utilizzatori finali è consentito fino al 19 settembre 2022   
  • Con decreto del Ministero della salute del 02 marzo 2022 il formulato commerciale NeemAzal-T/S contenete la sostanza attiva azadiractina    ha ottenuto l’autorizzazione eccezionale per 120 giorni dal 2 marzo al 29 giugno per l’utilizzo su legumi(fagioli e piselli) nei confronti degli afidi per un massimo di 2 interventi per ciclo colturale e 7 giorni di intervallo di sicurezza
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 02 marzo 2022 i  formulati commerciali Signum e Optimo  WG contenenti la sostanza attiva  boscalid e pyraclostrobin   hanno ottenuto lìestensione di impiego sulle colture ornamentali e floreali in pieno campo per il controllo di botrite e oidio
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 02 marzo 2022 il formulato commerciale Cantus contenente la sostanza attiva  boscalid ha ottenuto l’estensione di impiego sulla coltura del melograno per il controllo di botrite e alternariosi
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 02 marzo 2022 il formulato commerciale U46 Mclass contenete la sostanza attiva  MCPA puro da sale dimetilamminico ha ottenuto l’estensione di impego per il diserbo di infestanti dicotiledoni su vite. Lo spettro di azione comprende numerose dicotiledoni quali Convovulus arvensis, Cirsium arvense, Cyperus difformis, Polygolum aviculare, Amaranthus spp., Equisetum spp., Malva spp. Conyza spp.   
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 11 marzo 2022 il formulato commerciale Polyversum contenente la sostanza attiva Pythium oligandrum M1 ha ottenuto l’autorizzazione all’impiego come uso eccezionale per 120 giorni dall’11 marzo all’08 luglio 2022 sulla coltura dell’actinidia per il controllo della botrite
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 23 marzo 2022 il formulato commerciale Envita sc  contenete la sostanza attiva Dithianon 500 g/L ha ottenuto la registrazione nei confronti della peronospora e marciume nero della vite. Si sottolinea che per un uso ottimale del prodotto l’etichetta consiglia di modulare i dosaggi in funzione del periodo di applicazione e della forma di allevamento seguendo le indicazioni riportate nella etichetta stessa con un utilizzo massimo di 4 interventi a stagione
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 21 marzo 2022 il formulato commerciale Closer contenete la sostanza attiva sulfoxaflor ha ottenuto l’autorizzazione per l’utilizzo nei confronti della vite e della fragola. In particolare sulla vite il prodotto è autorizzato nei confronti delle cocciniglie e delle cicaline Empoasca vitis e Scaphoideus titanus  per un massimo di 1 intervento anno con 48 gr. di sostanza attiva con applicazione solo a partire dalla fine fioritura. Esclusivamente nei confronti delle  predette cicaline è consentito di effettuare due interventi con l’utilizzo di 24 gr di s.a. per ogni trattamento. Sulla fragola il prodotto è autorizzato nei confronti degli afidi per un massimo di 2 interventi con l’utilizzo di 24 gr. di sostanza attiva per trattamento con un intervallo minimo di 21 giorni
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 21 marzo 2022 il formulato commerciale Sivanto prime contenente la sostanza attiva flupyradifurone ha ottenuto la registrazione come uso eccezionale per un periodo di 120 giorni a partire dal 21 marzo su spinaci e simili per il controllo deli afidi con il limite di 1 trattamento ad anni alterni   
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 14 aprile 2022 il formulato commerciale Switch contenente la sostanza attiva ciprodinil 37.5 g/l + fludioxonil 25 g/l  per il controllo della muffa grigia Botrytis cinerea si kiwi  per un periodo di 120 giorni dal 10.04 al 11.08.2022
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 14 aprile 2022 il formulato commerciale Roundup Platinum contenete la sostanza attiva glifosate acido 480 g/l ha ottenuto il rinnovo dell’autorizzazione. La nuova etichetta presenta alcune modifiche così riassunte: indicazione di pericolo H411 (tossico per gli organismi acquatici), riduzione di dose massima (la singola applicazione non deve superare la dose di 2.28 kg di s.a. /ha equivalente a 4,75 L di prodotto/ha) pertanto le dosi di impiego sono:  infestanti annuali entro i 20 cm. di sviluppo 1-3 l/ha, infestanti biennali 3-4,75 L/Ha, su argini di fossi e canali il prodotto deve essere impiegato a non meno di 30 giorni dalla immissione dell’acqua
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 22 aprile  2022 il formulato commerciale Movento 48 SC contenente la s.a. spirotetramat ha ottenuto la registrazione provvisoria per 120 giorni  dal 22 aprile al 19 agosto 2022 per l’utilizzo nei confronti degli afidi su piccoli frutti
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 28 aprile 2022 il formulato commerciale Revycare contenente la s.a. mefetrifluconazole+ pyraclostrobin  ha ottenuto l’estensione di impego nei confronti di Blumeria graminis su frumento
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 28.04.2022 il formulato commerciale Vertimec EC contenente la s.a. abamectina ha ottenuto l’estensione definitiva di impiego sulla coltura del nocciolo per il controllo di Panonychus ulmi e Eotetranycus carpini  
  • Il 02 maggio 2022 è entrata in vigore la nuova etichetta dell’agrofarmaco biologico Tellus WP contenente Tricoderma asperellum+ T. gamsii su maculatura bruna del pero (trattamento del cotico erboso) e su cancri rameali e deperimento delle drupacee (Phomopsis amygdali e valsa cincta)  
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 13 maggio 2022 il formulato commerciale Kestrel contenente la s.a. acetamiprid  200 g/l ha ottenuto l’autorizzazione per l’utilizzo come uso eccezionale dal 13 maggio al 9 settembre sul nocciolo per il controllo della cimice asiatica (massimo 2 applicazioni anno), barbabietola da zucchero per il controllo degli afidi (massimo 2 applicazioni anno), arboree e ornamentali con applicazione per endoterapia contro fitomizi e defogliatori di latifoglie con dose di 10-20 ml per metro di circonferenza e  contro punteruolo delle palme, sempre con la stessa modalità con un massimo di 8-10 interventi anno (dose massima 100 ml durante tutta la stagione).
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 13 maggio 2022 il formulato commerciale Revystar xl Beet contenete la sostanza attiva Mefentrifluconazolo+ fluxapyroxad ha ottenuto l’autorizzazione provvisoria per il controllo della cercospora della barbabietola dal 15 maggio al 11 settembre 2022
  •  Con Decreto del Ministero della Salute del 13 maggio 2022 il formulato commerciale Nealta contenente la sostanza attiva Cyflumetofen  ha ottenuto la registrazione provvisoria per l’impiego sugli agrumi (arancio, mandarino, clementine, limone, limetta, pompelmo) per il controllo degli acari (Panonycus citri e Tetranycus spp.)  con utilizzo dal 13 maggio al 9 settembre 2022
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 13.05.2022 il formulato commerciale Vertimec ec contenente la sostanza attiva abamectina 1,84 g ha ottenuto l’autorizzazione eccezionale sulle colture di noce e mandorlo per il controllo di acari    Panonycus ulmi  e Tetranycus spp    dal 13.05.2022 al 09.09.2022

Con Decreto del Ministero della Salute del 13.05.2022 il formulato commerciale Ampligo contenente la sostanza attiva  lambdacialotrina  + clorantraniliprole  ha ottenuto l’estensione di impiego sulla coltura del mais per il controllo della Popili