Bollettino n. 19

Difesa integrata
Mercoledì, Luglio 20, 2022

Bollettino Fitosanitario n. 19

20   luglio  2022

 

N.B. Oltre che sulla pagina regionale, il presente Bollettino è pubblicato e visualizzabile sull'App AGROAMBIENTE ABRUZZO da installare su telefonino.

Per farlo

http://agroambiente.regione.abruzzo.it/app/

e seguire le istruzioni del pdf 

https://agroambiente.regione.abruzzo.it/sites/default/files/Installazione%20PWA.pdf 

 

AGROMETEO

PREVISIONI METEOROLOGICHE

AGROFENOLOGIA

 

AVVISO

Si comunica che con nota prot. 0255896/22 del 01.07.2022 il Servizio Sanità Veterinaria, Igiene e Sicurezza degli alimenti del Dipartimento Sanità della Regione Abruzzo ha provveduto a prorogare al 31.12.2022,   la validità dei certificati di abilitazione all’acquisto/utilizzo, vendita e consulenza, per i quali è stata presentata regolare domanda di rinnovo presso le ASL di competenza, in scadenza al 29 giugno 2022 .

 

VITE

Le  varietà precoci quali pinot e chardonnay si trovano  ad inizio maturazione mentre quelle a bacca rossa, cabernet e sangiovese sono ad inizio invaiatura,  per quelle tradizionali, invece, prevale la chiusura del grappolo.

La situazione fitosanitaria si può definire nel complesso buona.

Sui vitigni precoci a bacca bianca quali il pinot, chardonnay, moscato,  che andranno a raccolta in   agosto, la difesa può considerarsi conclusa. Solo sulle varietà che si trovano ancora ad inizio invaiatura si consiglia di effettuare un ultimo intervento, sia nei confronti dell’oidio che della peronospora, con l’utilizzo di prodotti di contatto, utilizzando il rame (alle dosi minime di etichetta) in associazione a zolfo, ricordando che l’intervallo dei trattamenti per questi prodotti non può superare i 7-8 giorni.

Sui vitigni condotti in biologico, nei confronti dell’oidio, oltre allo zolfo, è possibile l’utilizzo di bicarbonato di potassio, Ampelomices quisqualis, Bacillus pumilis, Bacillus amyloliquafaciens, olio essenziale di arancio dolce, laminarina,  cerevisane e COS-OGA. 

Nessun altro intervento è previsto nel periodo di validità del presente bollettino.

 

OLIVO

Per tutte le  varietà continua l’accrescimento delle  drupe.

Come indicato nel precedente bollettino le precipitazioni e la diminuzione della temperatura registratesi tra il 7 e 8 luglio hanno determinato, soprattutto nella fascia costiera, un sensibile incremento nelle catture di Bactrocera oleae e, in alcuni casi, la presenza di infestazione attiva ha richiesto l’esecuzione di un tempestivo intervento. In questa settimana il campionamento rileva che, anche dove non si è intervenuti, le temperature elevate hanno di fatto bloccato le infestazioni, sia uova, in prevalenza, che larve di prima età. Altri casi sporadici di infestazione attiva di mosca olearia però si rilevano anche in zone interne, dove ci sono state piogge e temperature meno elevate, che hanno permesso alla mosca olearia di procedere alla deposizione delle uova. Il quadro tracciato, in questa e nella scorsa  settimana,  denota sicuramente una pressione medio-alta del dittero, da non sottovalutare, perchè in condizioni di clima favorevole ci potrebbero essere infestazioni anche rilevanti. 

Il consiglio pertanto è quello di stare attenti; in questa ottica si ribadisce l’importanza del  monitoraggio degli adulti, che, come ripetutamente indicato,  può essere effettuata  con trappole cromotropiche gialle innescate o meno con feromone o trappole sessuali (di colore chiaro) innescate, anch’esse,  con feromone.

Avendo comunque rilevato la presenza del dittero anche con catture basse, diventa di fondamentale importanza procedere a un monitoraggio visivo delle olive per verificare la presenza o meno di punture e, in casi si riscontrino le stesse, o comunque si hanno dei dubbi, ci si può rivolgere a tecnici regionali o a tecnici delle Associazioni olivicole che dispongono di mezzi idonei per la  corretta  valutazione  dei singoli campioni. 

Il campionamento va fatto prelevando almeno 100 drupe per oliveto di circa un ettaro da un congruo numero di piante (non inferiore a 10) scegliendo le drupe poste, preferibilmente  nel cono a nord-ovest della pianta.

Si rivela determinante individuare l’inizio delle infestazioni anche perché i principi attivi utilizzabili garantiscono un buon livello di efficacia solo con basse intensità di attacco, variabile dall’1 al 5%.  E’ il caso di ricordare che le infestazioni possono essere condizionate dal contesto agroecologico degli oliveti, in particolare la presenza di impianti abbandonati o non correttamente gestiti che sicuramente fungono da inoculo per le aree vicine.  

Ovviamente coloro i quali  attuano una difesa esclusivamente di tipo preventivo con l’utilizzo di, “spintorfly” o cyantraniliprole (di recente registrazione), sistemi “attract and kill o ad azione prevalentemente repellente  devono intervenire o posizionare i mezzi biotecnici tempestivamente e, comunque,  entro il periodo di validità del presente bollettino.

 

DRUPACEE

 

Tutte le varietà di pesche e nettarine sono in fase di maturazione o accrescimento dei frutti in relazione all’epoca di raccolta.

Nei frutteti sui quali non viene applicata la tecnica della confusione e/o disorientamento sessuale si evidenziano  infestazioni, sia pure di modesta entità,  di lepidotteri tortricidi  Cydia molesta e Anarsia lineatella,  sia sui germogli e più limitatamente sui frutti, per cui sulle varietà  che andranno a raccolta ai primi di agosto si consiglia di intervenire con l’esclusivo utilizzo di principi attivi dotati di attività larvicida quali emamectina, fosmet, spinetoram, nel rispetto dei tempi di carenza. Sulle varietà prossime alla raccolta sempre se si dovessero evidenziare  germogli  infestati,   si consiglia di intervenire con etofenprox, spinosad  o Bacillus thuringiensis.

In quelli in cui viene praticata la tecnica di confusione sessuale, al momento, la situazione appare più tranquilla ma è sempre importante osservare attentamente i germogli per determinare la necessità di un intervento integrativo. L’applicazione di questa tecnica, infatti, in condizioni di elevata pressione degli insetti, non deve considerarsi alternativa alla difesa chimica ma complementare ad essa.

Sebbene al momento non si ravvisano infestazioni e lo specifico monitoraggio effettuato con attrattivi cromotropici  gialli  non evidenziano significative presenze di adulti, sulle varietà in via di maturazione si consiglia di verificare  la presenza di punture causate dalla mosca della frutta, Ceratitis capitata e, eventualmente, intervenire con etofenprox o piretroidi di sintesi, ovviamente  nel rispetto dei tempi di carenza.   

Le condizioni  meteorologiche  fanno ritenere nullo il rischio nei confronti della monilia per cui anche  nel periodo di validità del presente bollettino non sono previsti interventi specifici.

 

ORTIVE

Le perduranti condizioni di elevate temperature stanno fortemente condizionando tutte le colture ortive non per carenze idriche (le riserve degli invasi appaiono ancora sufficienti) quanto per ridotte allegagioni e, soprattutto,  la presenza di numerose  fisiopatie, in particolare scottature da sole. Il problema si verifica, in maggior misura su pomodoro e peperone quando i frutti rimangono esposti ai raggi del sole per l’insufficiente copertura fogliare.  Nella parte colpita il frutto assume una colorazione bianco lucente e un aspetto coriaceo. Ovviamente l’unico mezzo di contenimento è quello di attuare una buona protezione della coltura che eviti la filloptosi.

Su pomodoro in pieno campo, in piena fase di raccolta, gli interventi devono riguardare essenzialmente infezioni di Alternaria spp nei confronti della quale si consiglia di  intervenire, tempestivamente e con finalità preventive,  con formulati specifici quali fluxapiroxad + difenoconazolo, isopyrazam   o  zoxamide. Ancora nessuna presenza di peronospora,  Phytophthora infestans, per cui non si consigliano interventi specifici nei confronti di questa avversità.

Nel periodo di validità del presente bollettino non si consigliano interventi nei confronti della nottua gialla, Helicoverpa armigera

Molto diffuse le infezioni di fusariosi, Fusarium oxisporum f.sp. lycopersici, patologia vascolare  che si manifesta con tipici disseccamenti e improvvisi appassimenti delle piante,in particolare sulle cultivar locale a pera. Nei confronti di questa avversità, nella impossibilità di  effettuare interventi curativi si consiglia la immediata eliminazione delle piante affette.  

Come già indicato nel precedente bollettino, in presenza della fisiopatia nota come “marciume apicale”, facilmente riconoscibile per l’annerimento della parte distale delle bacche e dovuta alla mancanza di calcio, si consiglia di somministrare questo elemento direttamente al terreno nella consapevolezza che esso non viene veicolato attraverso il floema ma esclusivamente dallo xilema con il trasporto dell’acqua.

Su cucurbitacee, zucchino e melone, non ci sono evidenze di infezioni di peronospora, Pseudoperonospora cubensis  ma è   necessario continuare,  sempre in maniera preventiva, la difesa nei confronti dell’oidio  Erysiphe cichoracearum, Sphaeroteca fuliginea   con l’utilizzo di formulati triazolici (fenbuconazolo, difenocolazolo, penconazolo, miclobutanil, tetraconazolo ecc.) ciflufenamid, fluxapiroxad, isopyrazam o, nelle coltivazioni biologiche e su zucchino già in fase di raccolta con  Bacillus pumilis, Olio essenziale di arancio dolce, cerevisane ecc.

 

COLTURE ORTIVE DEL FUCINO

PATATA: Chiusa la fase di fioritura comincia l’ingrossamento del tubero. Si confermano le criticità per alcune patologie fungine quali: l’Alternaria (Alternaria solani) e la Peronospora (Phytophthora infestans). Il controllo di questi funghi va fatto con prodotti sistemici scelti tra quelli indicati nel DPI della regione Abruzzo, facendo attenzione anche in questo caso a tutte le limitazioni d’uso. Continua il monitoraggio con trappole per evidenziare la presenza di Tignola (phthorimea operculella), soprattutto nell’areale del bacinetto. Le catture settimanali indicano una certa flessione, comunque l’attenzione rimane massima. Ricordiamo che la sola presenza di adulti catturati determina la soglia di intervento che va effettuato con Deltametrina, Lambda-cialotrina, Beta-Ciflutrin, Spinosad, Fosmet, Clorantraniliprole, Cipermetrina, Emamectina tenendo conto delle limitazioni d’uso indicate nel DPI regionale. Si intensifica la presenze di Dorifora (Leptinotarsa decemlineata); le cui forme mobili (adulti e larve) svolgono attività trofica nei confronti della vegetazione. Si possono avere da una a tre generazioni l’anno, gli adulti svernano nel terreno. La difesa si attua dopo attento monitoraggio visivo ed interventi chimici solo quando l’infestazione è generalizzata sul campo. I prodotti da utilizzare sono: Acetamiprid, Azadiractina, Metaflumizone, Spinosad, Clorantraniliprole, Deltametrina, Lambdacialotrina, Tau-fluvalinate, Piretrine pure, tenedo conto delle limitazioni d’uso indicate nel DPI Regione Abruzzo.

MONITORAGGIO NAZIONALE ELATERIDI DELLA PATATA:

Continua il monitoraggio come da calendario, mentre è iniziata il riconoscimento delle specie catturate e da un primo esame si evidenzia la netta prevalenza di Agriotes sordidus seguito da Agriotes brevis.

 CAROTA: Il monitoraggio, in collaborazione con il CREA-DC (Centro nazionale di ricerca in agricoltura, difesa e certificazione), effettuato con trappole cromotropiche e riguardante varie specie di psille (Bactericera trigonica, Bactericera cockerelli, Trioza apicalis) tutte vettori del batterio Candidatus liberibacter solanacearum che si sta sviluppando in vari comprensori nazionali, ha evidenziato una elevata numerosità di catture e si sta procedendo al riconoscimento della specie. Soglie di catture così elevate consigliano un trattamento con Piretrine pure o Deltametrina seguendo le limitazioni d’uso indicate nel DPI regionale. Il fittone continua nella crescita; prestare attenzione alle condizioni climatiche per effettuare un eventuale intervento nei confronti dell’Alternaria (Alternaria dauci).

FINOCCHIO: L’infoltimento della chioma ed il clima molto caldo di giorno ed umido di notte favoriscono l’alternaria (Alternaria dauci), contro la quale in questa fase si può intervenire con prodotti rameici con un massimo di 4 kg/ha di sostanza attiva per anno. Segnalata la presenza di nottue (Mamestra brassicae) contro le quali intervenire quando l’infestazione è generalizzata con Spinosad, Azadiractina, Lambdacialotrina, Bacillus thuringiensis tenendo conto delle limitazioni d’uso indicate nel DPI regionale.

PORRO: Secondo le varie epoche di semina le coltivazioni si trova in fase di crescita. Segnalati attacchi generalizzati di oidio che hanno richiesto, in alcuni casi, la deroga da parte del Servizio Fitosanitario all’utilizzo di zolfo nel limite massimo di tre interventi per anno. Segnalati anche pesanti attacchi di ragnetto rosso (Panonycus ulmi) nei confronti del quale è stata concessa la deroga da Servizio Fitosanitario all’utilizzo di Abamectina nel limite massimo di due interventi anno. Attenzione agli accumuli di acqua nel punto di inserzione delle foglie sul fusto; situazione che potrebbe creare problemi di comparsa di ruggine (Puccinia porri). In questi casi intervenire con prodotti indicati nel DPI regionale.

INSALATE ED ALTRE ORTIVE: Monitorare se le condizioni climatiche di temperatura ed umidità, sono favorevoli sviluppo di marciumi basali (Sclerotinia e Botrytis) che vanno controllato tempestivamente con i prodotti indicati nel DPI facendo attenzione alle limitazioni d’uso indicate. Ancora segnalati attacchi di tripidi (Frankliniella occidentalis). Si tratta di specie termofile che compiono svariate generazioni l’anno in funzione delle condizioni ambientali. Il danno è sia di tipo diretto, con necrosi delle parti interessate dalle punture di suzione e ridotto sviluppo vegetativo, che indiretto con l’insetto che fa da vettore per le virosi. Gli interventi chimici devono essere tempestivi con i seguenti prodotti indicati nel DPI regionale: Spinosad, Abamectina, Etofenprox, Formentanate, Tau Fluvalinate, Terpenoid blend QRD 460, Sali potassici di acidi grassi.

 

AGGIORNAMENTI  NORMATIVI

 

  • Con Decreto del Ministero della Salute  del 23.12.2021  il formulato commerciale Sivanto Prime contenente la s.a. flupyradifurone ha ottenuto le seguenti estensioni di impiego: patata afidi e dorifora, olivo da olio e da mensa: mosca dell’olivo, sputacchina (Philaenus spumarius), cocciniglia, piselli con e senza baccello (consumo fresco) e da granella: afidi, , cavoli a infiorescenza: afidi e aleurodidi. Estensioni di nuove avversità su colture già presenti in etichetta: vite da vino e da tavola: afidi, fillossera, cocciniglie, pero: tentredine
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 21.12.2021 è stata rinnovata, ai sensi dell’art. 43 del Reg. 1107/09,  l’autorizzazione al commercio del formulato commerciale Roundup Ultramax contenente la sostanza attiva Gliphosate. La nuova etichetta presenta sostanziali modifiche rispetto alla precedente. In particolare riduzione di dose massima: la singola applicazione non deve superare la dose di 2,28 kg. di sostanza attiva per ettaro , equivalente a 3,16 kg di prodotto commerciale per ettaro. Di conseguenza si evidenziano le dosi massime che nelle etichette sono legate alla tipologia delle erbe infestanti ovverosia: infestanti annuali entro i 20 cm. di sviluppo 0,5-2 Kg/ha; infestanti biennali 2-3,16 kg./ha. Il predetto Decreto, peraltro, non consente più l’utilizzo del prodotto per la devitalizzazione delle more di rovo.
  • Con  Decreto del Ministero della Salute del 23.12.2021 è stata autorizzata la modifica di etichetta del formulato commerciale Beloukha contenente la sostanza attiva acido pelargonico con l’estensione dei seguenti impieghi: diserbo vivai di vite, colture arboree-fruttifere, disseccamento polloni (arancio, limone, pompelmo, mandarino, clementino, limetta, olivo, melo, pero, cotogno, nespole, nashi, susino, nocciolo, actinidia, lampone, mora e mora da siepe, melograno), trattamento dei germogli ascellari del tabacco, diserbo interfila delle colture orticole, diserbo letti di semina, trattamento per la distruzione delle colture intercalari e del maggese.
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 14.12.2021   è stato esteso l’impiego del  formulato commerciale Scala contenente la s.a. pyrimethanil per il controllo di Monilia fructigena, Botrytis cinerea, Alternaria spp. e Neofabrea=Gloeosporium spp. sulle colture di melo e pero.
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 10.01.2022 è stato esteso l’impiego del formulato commerciale Dagonis contenente la s.a. Fluxapiroxad e difenoconazolo per il controllo della cercospora spp. del radicchio.
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 10.01.2022 è stato esteso l’impiego del formulato commerciale Serifel contenente la sostanza attiva Bacillus amyloliquefaciens ceppo MBI600 per il controllo di Alternaria su solanacee (pomodoro, peperone e melanzana) in pieno campo e oidio e marciume acido su vite  
  • Con Decreto Ministeriale del 10 dicembre 2021 il formulato commerciale Vacciplant contenete la sostanza attiva laminarina   45 g/L ha ottenuto l’estensione di impiego sulla vite per il controllo dell’oidio e lattughe e baby leaf per il controllo della peronospora
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 13 gennaio 2022 il formulato commerciale Plantivax contenente la sostanza attiva laminarina ha ottenuto la registrazione per l’utilizzo sulle colture di frumento, orzo, triticale, avena, segale, sorgo nei confronti di oidio, Blumeria graminis, septoria Zymoseptoria tritici, Elmintosporiosi, Helmintosporium spp.
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 13 gennaio 2022 il formulato commerciale Tomigan contenete la sostanza attiva fluroxipir ha ottenuto l’autorizzazione per il controllo delle infestanti dicotiledoni sulle seguenti colture: frumento tenero e duro, segale, triticale, orzo e avena, mais, cipolla, pomacee, drupacee, agrumi, olivo da olio e da tavola, prati pascoli e aree non coltivate
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 29 gennaio 2022 il formulato commerciale Flipper contenete Sali potassici di acidi grassi ha ottenuto l’estensione di impiego sulle seguenti colture: ortaggi a bulbo  (afidi, acari, aleurodidi e tripidi), legumi freschi e secchi (afidi, acari, aleurodidi e tripidi), carota, sedano rapa, asparago, finocchio (  afidi, acari, aleurodidi e tripidi), cavoli a infiorescenza, cavoli a testa, cavoli e altre brassicacee da radice (  afidi, acari, aleurodidi e tripidi) , piccoli frutti (afidi, acari, aleurodidi e tripidi) ornamentali e floreali (cocciniglie), pomacee e drupacee (cimice asiatica), frutta a guscio   ( afidi, acari, aleurodidi,  tripidi e cocciniglie) olivo (eriofidi, sputacchina cocciniglie)    
  • Con Comunicato del 10 gennaio il Ministero della Salute ha informato che dal 19 marzo 2022 sono revocate tutte le autorizzazioni all’immissione al commercio dei prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva Indoxacarb. La vendita da parte dei distributori è consentita fino al 30 giugno mentre l’impiego  da parte degli utilizzatori finali è consentito fino al 19 settembre 2022   
  • Con decreto del Ministero della salute del 02 marzo 2022 il formulato commerciale NeemAzal-T/S contenete la sostanza attiva azadiractina    ha ottenuto l’autorizzazione eccezionale per 120 giorni dal 2 marzo al 29 giugno per l’utilizzo su legumi(fagioli e piselli) nei confronti degli afidi per un massimo di 2 interventi per ciclo colturale e 7 giorni di intervallo di sicurezza
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 02 marzo 2022 i  formulati commerciali Signum e Optimo  WG contenenti la sostanza attiva  boscalid e pyraclostrobin   hanno ottenuto lìestensione di impiego sulle colture ornamentali e floreali in pieno campo per il controllo di botrite e oidio
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 02 marzo 2022 il formulato commerciale Cantus contenente la sostanza attiva  boscalid ha ottenuto l’estensione di impiego sulla coltura del melograno per il controllo di botrite e alternariosi
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 02 marzo 2022 il formulato commerciale U46 Mclass contenete la sostanza attiva  MCPA puro da sale dimetilamminico ha ottenuto l’estensione di impego per il diserbo di infestanti dicotiledoni su vite. Lo spettro di azione comprende numerose dicotiledoni quali Convovulus arvensis, Cirsium arvense, Cyperus difformis, Polygolum aviculare, Amaranthus spp., Equisetum spp., Malva spp. Conyza spp.   
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 11 marzo 2022 il formulato commerciale Polyversum contenente la sostanza attiva Pythium oligandrum M1 ha ottenuto l’autorizzazione all’impiego come uso eccezionale per 120 giorni dall’11 marzo all’08 luglio 2022 sulla coltura dell’actinidia per il controllo della botrite
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 23 marzo 2022 il formulato commerciale Envita sc  contenente la sostanza attiva Dithianon 500 g/L ha ottenuto la registrazione nei confronti della peronospora e marciume nero della vite. Si sottolinea che per un uso ottimale del prodotto l’etichetta consiglia di modulare i dosaggi in funzione del periodo di applicazione e della forma di allevamento seguendo le indicazioni riportate nella etichetta stessa con un utilizzo massimo di 4 interventi a stagione
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 21 marzo 2022 il formulato commerciale Closer contenete la sostanza attiva sulfoxaflor ha ottenuto l’autorizzazione per l’utilizzo nei confronti della vite e della fragola. In particolare sulla vite il prodotto è autorizzato nei confronti delle cocciniglie e delle cicaline Empoasca vitis e Scaphoideus titanus  per un massimo di 1 intervento anno con 48 gr. di sostanza attiva con applicazione solo a partire dalla fine fioritura. Esclusivamente nei confronti delle predette cicaline è consentito di effettuare due interventi con l’utilizzo di 24 gr di s.a. per ogni trattamento. Sulla fragola il prodotto è autorizzato nei confronti degli afidi per un massimo di 2 interventi con l’utilizzo di 24 gr. di sostanza attiva per trattamento con un intervallo minimo di 21 giorni
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 21 marzo 2022 il formulato commerciale Sivanto prime contenente la sostanza attiva flupyradifurone ha ottenuto la registrazione come uso eccezionale per un periodo di 120 giorni a partire dal 21 marzo su spinaci e simili per il controllo deli afidi con il limite di 1 trattamento ad anni alterni   
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 14 aprile 2022 il formulato commerciale Switch contenente la sostanza attiva ciprodinil 37.5 g/l + fludioxonil 25 g/l  per il controllo della muffa grigia Botrytis cinerea si kiwi  per un periodo di 120 giorni dal 10.04 al 11.08.2022
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 14 aprile 2022 il formulato commerciale Roundup Platinum contenete la sostanza attiva glifosate acido 480 g/l ha ottenuto il rinnovo dell’autorizzazione. La nuova etichetta presenta alcune modifiche così riassunte: indicazione di pericolo H411 (tossico per gli organismi acquatici), riduzione di dose massima (la singola applicazione non deve superare la dose di 2.28 kg di s.a. /ha equivalente a 4,75 L di prodotto/ha) pertanto le dosi di impiego sono: infestanti annuali entro i 20 cm. di sviluppo 1-3 l/ha, infestanti biennali 3-4,75 L/Ha, su argini di fossi e canali il prodotto deve essere impiegato a non meno di 30 giorni dalla immissione dell’acqua
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 22 aprile  2022 il formulato commerciale Movento 48 SC contenente la s.a. spirotetramat ha ottenuto la registrazione provvisoria per 120 giorni  dal 22 aprile al 19 agosto 2022 per l’utilizzo nei confronti degli afidi su piccoli frutti
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 28 aprile 2022 il formulato commerciale Revycare contenente la s.a. mefetrifluconazole+ pyraclostrobin  ha ottenuto l’estensione di impego nei confronti di Blumeria graminis su frumento
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 28.04.2022 il formulato commerciale Vertimec EC contenente la s.a. abamectina ha ottenuto l’estensione definitiva di impiego sulla coltura del nocciolo per il controllo di Panonychus ulmi e Eotetranycus carpini  
  • Il 02 maggio 2022 è entrata in vigore la nuova etichetta dell’agrofarmaco biologico Tellus WP contenente Tricoderma asperellum+ T. gamsii su maculatura bruna del pero (trattamento del cotico erboso) e su cancri rameali e deperimento delle drupacee (Phomopsis amygdali e valsa cincta)  
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 13 maggio 2022 il formulato commerciale Kestrel contenente la s.a. acetamiprid  200 g/l ha ottenuto l’autorizzazione per l’utilizzo come uso eccezionale dal 13 maggio al 9 settembre sul nocciolo per il controllo della cimice asiatica (massimo 2 applicazioni anno), barbabietola da zucchero per il controllo degli afidi (massimo 2 applicazioni anno), arboree e ornamentali con applicazione per endoterapia contro fitomizi e defogliatori di latifoglie con dose di 10-20 ml per metro di circonferenza e  contro punteruolo delle palme, sempre con la stessa modalità con un massimo di 8-10 interventi anno (dose massima 100 ml durante tutta la stagione).
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 13 maggio 2022 il formulato commerciale Revystar xl Beet contenete la sostanza attiva Mefentrifluconazolo+ fluxapyroxad ha ottenuto l’autorizzazione provvisoria per il controllo della cercospora della barbabietola dal 15 maggio al 11 settembre 2022
  •  Con Decreto del Ministero della Salute del 13 maggio 2022 il formulato commerciale Nealta contenente la sostanza attiva Cyflumetofen  ha ottenuto la registrazione provvisoria per l’impiego sugli agrumi (arancio, mandarino, clementine, limone, limetta, pompelmo) per il controllo degli acari (Panonycus citri e Tetranycus spp.)  con utilizzo dal 13 maggio al 9 settembre 2022
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 13.05.2022 il formulato commerciale Vertimec ec contenente la sostanza attiva abamectina 1,84 g ha ottenuto l’autorizzazione eccezionale sulle colture di noce e mandorlo per il controllo di acari    Panonycus ulmi  e Tetranycus spp    dal 13.05.2022 al 09.09.2022
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 13.05.2022 il formulato commerciale Ampligo contenente la sostanza attiva  lambdacialotrina  + clorantraniliprole  ha ottenuto l’estensione di impiego sulla coltura del mais per il controllo della Popilia japonica
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 01.06.2022 il formulato commerciale Affirm Opti contenente la sostanza attiva emamectina benzoato  ha ottenuto l’estensione di impiego sulla coltura del kiwi per il controllo di Argyrotaenia ljungiana e sulla coltura del ciliegio per il controllo  di Archips spp., pandemis spp., Adoxophyes spp. e Drosophila suzuki 
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 01.06.2022 il formulato commerciale Kaimo sorbie contenente la sostanza attiva lambda cialotrina ha ottenuto l’estensione di impiego per il controllo di Popilia japonica sulla coltura della vite 
  • Con Decreto del Ministero della Salute del  13.05.2022 il formulato commerciale Prevam-plus contenente la sostanza attiva olio essenziale di arancio dolce ha ottenuto come uso eccezionale per 120 giorni a far data dal 13 maggio per il controllo della peronospora del basilico e l’autorizzazione definitiva sul pomodoro in serra e piano campo per il controllo di Tetranhycus urticae e Aculops lycopersici 
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 27 maggio 2022 i formulati commerciali Signum e Optimo wg contenenti le sostanze attive boscalid e piraclostrobin sono stati autorizzati per il controllo della cercospora del radicchio 
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 16 giugno il formulato commerciale Acelepryn 2022 contenente la sostanza attiva chlorantraniliprole  200 g/l   ha ottenuto la registrazione provvisoria per 120 giorni dal 16 giugno al 13 ottobre per l’utilizzo su tappeti erbosi ornamentali, ricreativi e sportivi per il controllo delle larve di Popillia japonica e tipula.
  • Con Decreto del Ministero della Salute dell’08 luglio 2022 il formulato commerciale Prosaro contenente la sostanza attiva Protioconazolo+tebuconazolo, ha ottenuto la registrazione come uso eccezionale per 120 giorni  dall’08 luglio al 04 novembre 2022 per l’utilizzo nei confronti dell’elmintosporiosi e fusariosi del mais
  • Con Decreto del Ministero della Salute del 12 luglio 2022 il formulato commerciale Verimark 2022 contenente la sostanza attiva cyantraniliprole ha ottenuto l’autorizzazione all’impego dal 12 luglio al 14 ottobre 2022 per applicazioni radicali prima del trapianto mediante irrigazione sovrachioma o immersione dei vassoi di piantine su cavoli broccoli,cavolfiori, cavoletti di bruxelles, cavoli cappucci, cavoli verza per il controllo della Delia radicum (mosca dei cavoli)
  • Con Decreto del Ministero della Salute dell’11 luglio 2022 il formulato commerciale Exirel bait 2022  contenente la sostanza attiva cyantraniliprole ha ottenuto l’autorizzazione all’impiego dal 15 luglio all’11 novembre per applicazioni fogliari in miscela con esca proteica su porzione ridotta della chioma a macchia (spot) o banda su olivo e agrumi per il controllo rispettivamente della Bactrocera oleae e Ceratitis capitata